Libri fotografici erotici

1000nudes1000 nudes. A history of erotic photography from 1839-1939. Ediz. italiana, spagnola e portoghese

La storia della fotografia di nudo è la storia delle persone che si sono fatte affascinare da questo soggetto. Infatti, la rappresentazione fotografica del corpo umano è l’unico soggetto che ha ammaliato fotografi, teorici e pubblico per un periodo di tempo così lungo – oltre 150 anni. Nessun altro motivo è così diffuso durante tutte le fasi di sviluppo che formano la storia della fotografia, nessun altro è così presente, indipendentemente dalla tecnica, ed è oggetto di tante discussioni nel contesto di quasi tutti i movimenti estetici. Nessun altro tipo di soggetto ha prodotto una tale varietà di specialità: dall’interpretazione etnologica del corpo agli scatti di moda, fino alle pin-up di oggi. Nessun altro campo di applicazione della fotografia ha ispirato tanto desiderio, suscitando la collera ufficiale. 1000 Nudes offre una sezione trasversale della storia della fotografia di nudo, spaziando dai primissimi dagherrotipi e dalle prime fotografie etnografiche di nudi fino alla fotografia sperimentale. L’opera copre un periodo di tempo che spazia dal 1839 fino a circa il 1939, dagli albori di questo mezzo alla fine del classico periodo modernista. Tutte le immagini sono tratte dalla collezione di Uwe Scheid, che era uno dei più importanti collezionisti al mondo di fotografia erotica.


theneweroticphotographyThe New Erotic Photograpy

Quest’opera è una raccolta dei migliori lavori dei fotografi erotici contemporanei. Nel corso della consultazione i fotografi non solo vi proporranno i migliori pezzi del loro portfolio, ma vi parleranno dell’ispirazione, della censura, di come trovare le modelle e di come rendere la bellezza delle donne sulla pellicola e sui pixel. “The New Erotic Photography” raccoglie in 320 pagine le opere di Ralph Gibson, Jan Saudek, Terry Richardson, Natacha Merritt, Petter Hegre, Richard Kern, e di molti nuovi talenti che stanno oggigiorno ridefinendo l’erotismo. Giocosa, provocante ed esuberantemente sexy, questa è “The New Erotic Photography”.


fire island pinesFire Island Pines – Polaroids 1975- 1983

Nel corso degli anni settanta, mentre faceva ancora l’avvocato, Tom cominciò a documentare la sua vita e quella dei suoi amici al Pines con una Polaroid SX-70. Il posto, la gente, le feste e i momenti privati sono stati immortalati in oltre 6000 immagini che ci presentano un’esperienza unica – su ogni pagina, attraverso gli occhi di Tom, assistiamo alla nascita e allo sviluppo di una nuova cultura di persone intensamente creative. Il testo è stato scritto per condurci più in profondità dentro le immagini, rivelando le esperienze del periodo con estrema onestà, in un libro che è insieme autobiografico e celebrativo. Troppo spesso, oggigiorno, ci dimentichiamo la semplice necessità di giocare, di sostenere, di intrattenerci l’un l’altro, liberi dal giudizio altrui. Questo libro di ricordi ci mostra come una comunità, una città, un paese possono svilupparsi e imparare dall’esperienza. Prima, però, l’esperienza deve essere compresa: il libro di Tom riesce nell’intento con intelligenza artistica e innegabile bellezza.


ed foxEd Fox- Con DVD – Edizione italiana, spagnola e portoghese

Ed Fox, nato in California, non aveva mai neanche sentito parlare di Elmer Batters quando iniziò a fotografare con particolare attenzione i piedi femminili. In effetti, pensava di essere l’unico govane uomo al mondo a guardare prima i piedi del viso e spesso non guardava le sue modelle per non svelare loro questo particolare atteggiamento. Poi divenne il fotografo ufficiale di Leg Show mesi prima che Elmer Batters morisse realizzando così per la prima volta di essere l’erede designato di cotanto maestro. Non solo, ma capì anche che non era l’unico al mondo ad avere una fissazione per il piede femminile, anche se forse, l’unico al mondo ad essere dotato di grande talento fotografico.


actionAction – Con DV – Edizione italiana, spagnola e portoghese

A Richard Kern piacciono le donne reali: senza pretese, senza tropi accessori, e decisamente svestite. Tutti quelli che amano Kern sanno che ogni suo libro è un invito ad unirsi a lui e a quel mondo privilegiato, dove giovani donne al naturale condividono i loro momenti più intimi con il lettore. Richard, infatti, non ha mai perso la sua adolescenziale curiosità per le ragazze e i loro segreti, così invece di usare i set aridi e asettici preferisce seguirle nelle loro case, dalla cucina alla camera da letto, catturando con la macchina fotografica ogni singolo momento imbarazzante e sexy. Action se è possibile è uno dei suoi libri più voyeristici. Tuttavia sappiamo bene che a volte sfogliare un libro così esplicito può essere problematico se fatto in pubblico: ecco che questa nuova edizione ha una copertina reversibile che può essere utilizzata in qualsiasi momento. Inoltre questa edizione è arricchita da un cortometraggio di sessanta minuti che movimenta la lettura.


buttForever Butt – The best of Butt magazine. Adventures in 21st century gay subculture, part 2

Questo libro è una selezione delle interviste e delle fotografie più fantastiche e più ridicole che sono apparse sulla rivista Butt fino a oggi. Questa antologia rende disponibile un sacco di materiale tratto dai primi numeri, ormai rari, della rivista Butt. La timeline del libro risale dal qui e ora indietro fino all’estate del 2001, quando uscì il primo numero di Butt e fece il botto. Come la rivista stessa, questo libro offre una panoramica spesso sorprendentemente realistica dell’uomo omosessuale di oggi, e include conversazioni con Michael Stipe, Gus van Sant, Rufus Wainwright, Marc Jacobs, e alcuni contributi di Wolfgang Tillmans, Terry Richardson, Hedi Slimane, Asianpunkboy ed Helmut Lang, per citarne solo alcuni. “Butt da sola ha esplorato per prima la nozione di rivista colta e intelligente, pur riuscendo a essere molto torbida,” note il filmmaker Bruce LaBruce nella sua premessa. “Butt conta. Butt riempie un buco”.


iovitamorteNobuyoshi Araki. Io vita morte

Stimato come il più illustre fotografo giapponese vivente Araki sfida risolutamente le convenzioni artistiche e sociali del Giappone postbellico richiamandosi alla ricca storia nipponica intessuta di costrizioni, spirito mercantile e erotismo. Questa importante monografia abbraccia tutte le principali raccolte di opere e ripercorre 48 anni di profilica carriera del fotografo presentandosi come un sontuoso volume di grande formato.


elmerbattersElmer Batters. From the tip of the toes to the top of the hose.

Elmer Batters (1919-1997) è stato il grande maestro della raffigurazione delle gambe e dei piedi. Mentre tutti gli altri preferivano il brivido dell’incavo di un seno, l’occhio del maestro era sempre maggiormente attirato dall’arco di un piede, da dita aggraziate o da un tallone ben disegnato. Sceglieva le sue modelle tenendo bene a mente questi criteri estetici, e con l’ossessività di un artista Zen passò la vita a ricercare le gambe perfette. Batters cominciò pubblicando personalmente le sue fotografie, ma sul finire degli anni ’60 i suoi scatti venivano ormai regolarmente pubblicati su “Leg-O-Rama”, “Nylon Doubletake” e “Black Silk Stockings”, tanto per citarne alcuni. Questo libro, nell’edizione con copertina reversibile, è un tributo alla passione autentica di Batters per gambe, piedi e dita.


darkmemoriesDark Memories

Lungo è stato l’approccio di Barbieri alla foto del nudo. Lungo e profondamente pensato. Nella sua trilogia di libri sui Tropici aveva sperimentato il tema. Ma questi esperimenti non lo appagavano: la paura della volgarità, la voglia di descrivere un mondo secondo la sua personale concezione che deve “nobilitare” anche la scena più violenta, lo studio di una tecnica adatta erano problemi che per anni hanno occupato la sua mente. Il corpo umano, e il sesso, sono manifestazione esuberante della natura. Così al fotografo spetta il piacere di descriverlo in tutte le sue espressioni, che sono assolutamente naturali, senza perversione, perché la natura stessa, senza vergogna alcuna, si esprime attraverso il corpo e il sesso. I nudi di Barbieri risultano naturali, immediati, reali, gioiosi, in una purezza e semplicità sconvolgente. Nelle sue foto esiste insieme l’approccio preistorico al corpo umano, la volontà estetica della bellezza classica ellenica, il ritrovamento rinascimentale della libertà. Tutto questo raccontato con una superba tecnica “in studio”. Così la serie di nudi Dark Memories è un inno a questa esuberanza di natura in tutte le sue forme. Senza falsi pudori, senza paure di banalità, giocando con la felicità e l’innocenza di un bambino sopra quella esile linea rossa che non ha mai diviso, con un taglio deciso, l’arte cosiddetta pura da quella inquinata, la poesia dalla volgarità, il sacro dal profano.


eroticaErotica – Fotografia contemporanea

Una selezione di scatti fotografici di nudo rappresentativi dei generi più diversi. Estetica ed espressione artistica sono stati i criteri guida per la selezione del materiale. Pagina dopo pagina si susseguono immagini provocanti ed eleganti che sanno esaltare la bellezza del corpo nudo senza mai risultare volgari. “Erotica. Fotografia contemporanea” offre al lettore il lavoro di 17 fotografi per quasi 500 immagini. Dopo il primo Fotografia erotica contemporanea, questo secondo volume arricchisce la già vasta panoramica con altri fotografi e una nuova selezione di immagini.