Sex Toys e salute

geishapurpleIl principale scopo di un Sex Toy è aiutare l’individuo e il/i proprio/i partner a raggiungere in modo soddisfacente, divertente ed innovativo l’orgasmo. Dal punto di vista del benessere psico-fisico, la medicina e la tecnologia hanno risposto già secoli fa alle discrepanze esistenti tra esperienze maschili e femminili della sessualità tramite la costruzione sociale di paradigmi di malattia: le donne che non raggiungevano l’orgasmo per mezzo della sola penetrazione venivano infatti comunemente considerate anormali o frigide, difettose o malate. Il vibratore nacque e si diffuse propriamente per scopi terapeutici, venne infatti concepito come l’ultima di una lunga serie di soluzioni all’isteria, malattia fin dall’antichità ritenuta cronica nelle donne e conseguenza di insoddisfazioni di origine sessuale, e oggigiorno molti studi hanno dimostrato che una sana vita sessuale e l’orgasmo sono in grado di alleviare lo stress, di aiutare a combattere l’insonnia e ad incrementare il sistema immunitario. Alcune persone però hanno problemi a raggiungerlo e a lasciarsi andare: l’uso di un Sex Toy può anche aiutare queste persone a superare i problemi nello sperimentare l’orgasmo, conosciuti come “anorgasmia”. Questi problemi possono essere da sempre presenti oppure comparire ad un certo punto della vita e possono essere dovuti a cause fisiche, emotive e psicologiche. vibeSpesso la mancanza di conoscenza e familiarità con il proprio corpo figura tra le principali cause di anorgasmia, cosa che avviene soprattutto quando si presenta una difficoltà ad esplorare i propri genitali non solo con un partner, ma anche tramite la masturbazione, e questo è uno dei motivi per cui spesso le persone che soffrono di questi disturbi sono invogliate a masturbarsi, in modo da acquisire confidenza con il proprio corpo. L’uso di un Sex Toy, coadiuvato da un buon lubrificante, può dare una marcia in più nel concedersi di fantasticare e di rilassarsi in modo da raggiungere più facilmente l’orgasmo. Una volta imparato a lasciarsi andare e a provare questa sensazione da soli, si può così trasmettere questa nuova consapevolezza di sé nella relazione con il proprio partner, sia direzionandolo verbalmente alle proprie preferenze nella stimolazione dei genitali sia sperimentando nuove posizioni sessuali per attuare il genere di stimolazione preferito.
Dei Sex Toys come le Geisha Balls (conosciute anche come “palline vaginali/anali”) possono essere anche molto utili per ripristinare la funzione dei muscoli pelvici dopo il parto oppure semplicemente per rinforzarli. Questi sex toys infatti si prestano molto bene nell’aiutare ad irrobustire e a scolpire la muscolatura pelvica che, in entrambi i sessi, se ben esercitata offre un maggiore controllo dei muscoli del pavimento pelvico e, di conseguenza, migliora la continenza urinaria e fecale, oltre ovviamente ad incrementare il livello di eccitazione sessuale. Sex toys come le Geisha Balls sono molto utili per eseguire i famosissimi “esercizi di Kegel”, così chiamati dal nome del ginecologo che li ha inventati nel 1951, il dottore californiano Arnold Kegel. Gli esercizi suggeriti dal dottore prevedevano infatti l’inserimento di un dispositivo resistente e comprimibile all’interno della vagina, e di conseguenza la contrazione dei muscoli pelvici contro un oggetto avrebbe aiutato le donne a diventare più consapevoli dei suoi muscoli pelvici e ad taboombluapprezzarne l’irrobustimento. Kegel addirittura aveva fatto fare dei calchi di vagine in vista della dimostrazione dell’efficacia dei suoi esercizi. L’uso di un Sex Toy per esercitare la contrazione dei muscoli pelvici è fondamentale per quello che concerne l’eccitazione sessuale perché con questa semplice azione si rimette in circolazione il sangue spingendolo rapidamente all’interno dei capillari che circondano le pareti della vagina. L’aumento del flusso sanguigno in questo modo gonfia le pareti vaginali facendone aumentare il volume causando la cosiddetta “vasocongestione”, che ha due effetti fondamentali sulle pareti vaginali, allungandone e lubrificandole.

Bibliografia:

  • Catherine Blackledge, Storia di V. Biografia del sesso femminile, Il Saggiatore, Milano 2008
  • Maines Rachel P., Tecnologia Dell’orgasmo. Isteria, Vibratori e soddisfazione sessuale delle donne, Marsilio 2001
  • Stephanie Buehler, What Every Mental Health Professional Needs to Know About Sex, Springer Publishing Company, New York 2014